Cloud mining e Mining


Le criptomonete come ad esempio i BitCoin, possono essere “minati” mettendo a disposizione la potenza di calcolo del proprio PC o dispositivi appositi ad esempio Antminer S7 4.73TH/s Bitcoin Miner.

Inizialmente (parliamo dei periodi intorno al 2013) era abbastanza semplice “estrarre” BitCoin anche con il proprio PC di casa, ma oggigiorno la difficoltà è aumenta esponenzialmente, ciò comporta una richiesta sempre maggiore di potenza di calcolo ed elettricità, rendendo il mining con sistemi casalinghi praticamente inutile a meno di non investire migliaia di Euro in macchinari (miner) e corrente elettrica, per questo sono nati i Cloud Mining.

Provate ad immaginare di voler iniziare a minare bitcoin, oggi giorno dovreste munirvi di un “Miner” tipo Antminer S9 che all’incirca costa 2200 Euro ( più o meno ) ed è in grado di generare circa 13 TeraHash al secondo, alla difficoltà corrente di mining, significa se vi va bene un guadagno di 10 euro circa al giorno senza contare le spese di corrente (qui son dolori), raffreddamento (lavorano sempre al massimo quindi scaldano come dei termosifoni) e rumore.

Bene, diciamo che puliti, tolte le spese guadagnate 4 euro al giorno, cosa succederà tra 4 mesi ? La difficoltà di mining (ovvero la probabilità di trovare bitcoin) si alzerà talmente tanto che non estrarrete più 10 euro, ma mettiamo caso 8, altri 2 mesi e passeremo a 7 e così via, lasciando inalterate le spese… Per farla breve morale della favola, spenderete più di quello che guadagnerete.

Potete immaginare un servizio di Cloud Mining come una sorta di grande web farm, ovvero una grande sala con una serie di macchine che non fanno altro che minare bitcoin tutto il giorno connesse a internet, e i loro proprietari, vi affittano una parte di potenza.

Spesso questi data center, sono dislocati in paesi dove la corrente elettrica ha un costo abbastanza basso, rendendo redditizio l’estrazione dei Bitcoin.

I grandi provider di Cloud Mining, vi permettono di affittare 2 Terahash a circa 150 Euro, senza sorbirsi il rumore di avere un pc acceso tutto il giorno, bollette della corrente salatissime e investimenti stratosferici iniziali.

Avendo parecchi utenti e comprando centinaia di miner in blocco hanno prezzi molto concorrenziali, pagano il singolo prodotto meno della metà, sono localizzati in paesi dove l’energia elettrica costa una stupidaggine e usano voi come investitori, in pratica affittando a voi con un contributo iniziale la potenza di calcolo pagano le spese e ovviamente si tengono una piccola percentuale dei vostri guadagni per spese di corrente, gestione ecc.

Non possiamo pensare di guadagnare qualcosa con un investimento di 10 o 20 euro, perché le spese di gestione nel lungo periodo passeranno il guadagno netto generato giornalmente, in poche parole per rientrare nell’investimento iniziale impiegherete minimo 1 anno, ma come abbiamo detto più passa il tempo e più diventa difficile minare bitcoin, quindi se voi non reinvestite una parte di guadagni in GigaHash o TeraHash, man mano che scorre il tempo i guadagni diminuiranno lasciandovi con solo spese e niente guadagno.

Ecco alcuni Mining Paganti …

Mining Paganti

Mining Free